Ricerca Osteopatica

«La professione del ricercatore deve tornare alla sua tradizione di ricerca per l’amore di scoprire nuove verità. Poiché in tutte le direzioni siamo circondati dall’ignoto e la vocazione dell’uomo di scienza è di spostare in avanti le frontiere della nostra conoscenza in tutte le direzioni, non solo in quelle che promettono più immediati compensi o applausi.»         Enrico Fermi, 1947

Fin dalle origini dell’umanità l’interesse a conoscere se stessi e l’ambiente circostante ha fatto nascere un corpo di conoscenze che, con il tempo, acquisendo il metodo proprio della ricerca, è divenuto scienza.

La ricerca scientifica e tecnologica è, infatti, un’attività connaturata all’uomo, anche quello che noi chiamiamo “uomo primitivo” ha svolto per  millenni un’intensa attività di ricerca, studiando il moto degli astri, selezionando specie vegetali e animali, scoprendo i segreti delle tecniche di  coltivazione, adottando  sofisticate tecniche di costruzione edilizia e navale, imparando a lavorare metalli e materiali ceramici, provando a curare e “riparare” il corpo umano.

La ricerca scientifica è la metodologia usata per accrescere la conoscenza all’interno della scienza. È ritenuta uno dei fattori chiave per la crescita e lo sviluppo della società nel medio-lungo periodo in virtù della sua potenziale capacità di fornire innovazione attraverso l’applicazione tecnologica e organizzata delle scoperte scientifiche, favorendo così il progresso della società noto come progresso tecnico e scientifico.
La ricerca scientifica è un’attività umana avente lo scopo di scoprire, interpretare e revisionare fatti, eventi, comportamenti e teorie relative a qualunque ambito della conoscenza e dell’esperienza umana, usando metodi intersoggettivi e condivisi cioè basati sul metodo scientifico.
Nel 1972 l’epidemiologo scozzese Archibald L. Cochrane dimostra che molti trattamenti medici non avevano alcuna base scientifica (L. Cocrane in: Effectiveness and efficiency 1972).
Nel 1992 sul Journal of American Medical Association (JAMA) compare la denominazione  Evidence Based Medicine (EBM). L’EBM è quella medicina che si è sviluppata in contrapposizione alla medicina tradizionale, in parte basata sulle impressioni, sulle intuizioni o sul cosiddetto “occhio clinico”. L’EBM cerca il più possibile attraverso gli studi clinici controllati, ripetuti più volte per poter realizzare metanalisi e gli studi osservazionali, in condizioni di pratica medica corrente, di stabilire quale tipo di trattamento abbia probabilità di essere utile al paziente in termini di benefici-rischi (Clinical Evidence, Ministero della Salute 2001).
Negli ultimi anni anche la ricerca Osteopatica si è posta il problema dell’Evidence Based Osteopathy (EBO), ciò ha portato, il 28 novembre 2011, il Registro degli Osteopati d’Italia (ROI) alla costituzione della Commissione Ricerca (CR).

Ricerca Undergraduate

Il Dipartimento di Ricerca supporta gli obbiettivi e le linee di pensiero del Centro Studi di Osteopatia Italiano. Il direttore del D. R. è Andrea Buscemi D.O. M.R.O.I. membro della Commissione Ricerca del ROI.
Il Dipartimento di Ricerca del CSdOI si propone di:

  • Promuovere e divulgare le conoscenze osteopatiche attraverso una ricerca di alto profilo qualitativo a livello nazionale ed internazionale.
  • Contribuire ad elevare la qualità dell’insegnamento proposta dal CSdOI.
  • Supportare i lavori di Tesi svolto dagli studenti per il conseguimento del D.O.
  • Contribuire ad una ricerca accademica allargata a tutta la comunità medico scientifica.
  • Promuovere le informazioni basate sull’evidenza scientifica.
  • Svolgere lavori di ricerca multicentrici, in collaborazione con altre scuole dell’AISO.

I membri del Dipartimento di Ricerca, impegnati su questi obiettivi, sono professionisti di comprovata esperienza nell’ambito della formazione didattica e nella divulgazione della ricerca osteopatica in Italia, sono tutti D.O.

Ricerca undergraduate

Per preparare gli studenti alla svolgimento di lavori di ricerca, vengono proposti, già a partire dal terzo anno, corsi di metodologia della ricerca e statistica biomedica.
I programmi e i contenuti dei corsi, hanno costanti riferimenti alla bibliografia.
I lavori di riferimento bibliografico sono aggiornati costantemente dai docenti del CSdOI.

Oggetto dei corsi

Come procedere nel produrre un elaborato di tesi, dall’introduzione alla discussione dei risultati.Come reperire e leggere gli articoli scientifici secondo una modalità di ricerca di informazioni desiderate.

A disposizione degli studenti

  • biblioteca
  • computer per l’accesso in rete
  • banca dati biomedici

Risorse della ricerca

L’esecuzione dei progetti sperimentali si realizzerà nella struttura del Centro Studi di Osteopatia Italiano nelle strutture medico-sanitarie che collaborano con il CSdOI (Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Catania).

contatti

Segreteria didattica

sede

Via Marziano 1

(angolo Via S. Maddalena 21)

95124 – Catania

telefono e fax segreteria didattica

(+39) 095 7223767

(+39) 095 8360434

Fax 095 8360698

la segreteria riceve da lunedì a venerdì

9:00 / 13:00

15:00 / 19:00

indirizzo email

info@csdoi.it

segreteria@csdoi.it

4 + 9 =

Clinica osteopatica

indirizzo e-mail

info@csdoi.it

telefono e fax clinica osteopatica

(+39) 095 7223767 

(+39) 095 8360434

Fax 095 8360698